visitatrice n. 60.000

visitatrice n. 60.000

Elisa premiata dal Comune: è la visitatrice numero 60.000

È entrata in Torre con nove amici nel pomeriggio di sabato 14 dicembre. A lei in dono dal Comune un libro sul Duomo, riproduzioni di stampe, aceto balsamico tradizionale

Si chiama Elisa Testa ed è arrivata da Varese con un gruppo di nove amici per venire a trovarne un altro che vive a Modena. E per prima cosa si sono dati appuntamento alla Ghirlandina, la Torre civica simbolo di Modena che si trova nel sito Unesco con il Duomo e Piazza Grande patrimonio dell’umanità. Elisa è stata la sessantamillesima visitatrice della Ghirlandina nel 2019, e al suo ingresso è stata accolta con doni da parte del Comune. Oltre alla pallina rossa di Natale per i 700 anni della Ghirlandina, Giovanni Bertugli, dirigente del Servizio Promozione della città e turismo, le ha consegnato il volume illustrato “Un libro di pietra. Il Duomo di Modena” (Artioli editore, a cura di Beppe Zagaglia, autori Orianna Baracchi, Giordana Trovabene e Guido Vigarani), riproduzioni di stampe storiche raffiguranti Modena alla fine del XVIII secolo, e una boccetta di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena della Consorteria di Spilamberto, che conduce le visite nell’acetaia di Palazzo Comunale.

In particolare l’ultimo dono ha scatenato un applauso e dichiarazioni simpatiche di invidia per la premiata da parte degli amici che erano in fila con lei. Elisa Testa, da Cardano al Campo in provincia di Varese, di professione fa l’interior designer, ed è nata 24 anni fa a Sesto San Giovanni, provincia di Milano. È arrivata a Modena in auto con un gruppo di amici, e il centro storico è stato identificato come luogo ideale per incontrare un altro amico che abita in città. Dopo una passeggiata e una sosta a tavola per il pranzo, la Ghirlandina è stata la prima meta. Elisa non ci era mai salita e l’ha trovata una bella esperienza, così come si è detta soddisfatta della città e della sua accoglienza, sinceramente convinta che sia una meta da consigliare a tutti per una serie di buoni motivi, dal cibo all’arte.

Domenica sera 15 dicembre la Ghirlandina (che si visita con ingresso a 3 euro, ridotto 2 o biglietto Unico Unesco a 6 euro, che comprende anche Musei del Duomo, Sale storiche e Acetaia di Palazzo Comunale, visitabile venerdì pomeriggio e sabato, domenica e festivi anche mattina) ha poi raggiunto quota 60 mila 340 visitatori.

Diverse le iniziative speciali e le visite in programma nel periodo delle feste.

Giovedì 26 dicembre (Santo Stefano) alle 14.30 e domenica 29 alle 16 sono in programma due visite “combo”, ovvero comprensive di Ghirlandina e Sale Storiche di Palazzo Comunale (in questo caso si deve pagare anche il biglietto festivo delle Sale che costa 2 euro o è compreso nel biglietto Unico Unesco a 6 euro). Sabato 28 dicembre alle 17.30 è in programma la visita tematizzata “La Ghirlandina, torre pendente simbolo di Modena”, segreti e curiosità della sua storia.

La Torre è aperta da martedì a venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30. Sabato, domenica e festivi continuato 9.30 – 17.30 (la biglietteria chiude mezz’ora prima dell’orario indicato). La Torre è chiusa mercoledì 25 dicembre a Natale.“

Restauro by Archeosistemi

Restauro by Archeosistemi

Piazza del Cristo è sempre più bella.

Guardate com’è diventato Palazzo Rangone dopo la ristrutturazione, realizzata grazie al Bando Facciate.

Bando Facciate in Piazza del Cristo

Piazza del Cristo è sempre più bella. Guardate com'è diventato Palazzo Rangone dopo la ristrutturazione, realizzata grazie al Bando Facciate.

Pubblicato da Luca Vecchi su Venerdì 6 dicembre 2019

Un gadget di Natale per festeggiare i 700 anni della Ghirlandina.

Un gadget di Natale per festeggiare i 700 anni della Ghirlandina.

Nuovo record di ascese sulla Ghirlandina. A Natale un gadget per i visitatori

Nel 2019 sono già stati oltre 58 mila, per un quarto stranieri, i visitatori della Ghirlandina, la Torre simbolo di Modena che si trova nel sito Unesco con il Duomo e Piazza Grande patrimonio dell’umanità. In anticipo di un mese, il monumento “più in vista” della città ha già battuto il record del 2018 quando i visitatori avevano sfiorato quota 50 mila.

Per festeggiare il Natale e insieme i 700 anni dal completamento della Torre civica, il Comune, attraverso il servizio Promozione della città e turismo e Ars/Archeosistemi, ha ideato e fatto realizzare un gadget specifico, in tiratura limitata di duemila esemplari, che sarà donato da martedì 10 dicembre fino a Natale a tutti i visitatori della Ghirlandina. Si tratta di un decoro natalizio (una pallina di Natale bidimensionale) sagomato in materiale flessibile. Su fondo rosso campeggia il disegno della Torre e una scritta ne ricorda i 700 anni, festeggiati quest’anno nell’annuale appuntamento che celebra il legame di Modena con il suo sito Unesco.

L’iniziativa è stata presentata lunedì 9 dicembre a Palazzo Comunale in piazza Grande dagli assessori Ludovica Carla Ferrari (Promozione della città e turismo) e Andrea Bortolamasi (Cultura) con Giovanni Bertugli, dirigente del servizio Promozione della città e turismo, e Francesca Piccinini, direttrice dei Musei civici e coordinatrice del comitato di pilotaggio del sito Unesco di Modena. Presente anche Nicoletta Lusuardi, responsabile dei servizi beni culturali di Ars/Archeosistemi, che gestisce, su affidamento del Comune, l’accoglienza e l’animazione culturale della torre e delle sale Storiche di Palazzo Comunale.

La pallina di Natale della Ghirlandina nasce proprio per sottolineare simbolicamente l’affetto e la curiosità che modenesi e turisti riservano alla Torre, un’occasione per ripercorrere la storia di Modena e ammirare la città dall’alto. Il dato dei visitatori è particolarmente significativo anche perché sulla Ghirlandina non si può salire in più di 25 persone alla volta. La crescita rispetto al 2018 è stata del 18 per cento, è cresciuta la quota di stranieri che sono aumentati del 24 per cento.

I picchi più rilevanti, oltre che nei due eventi più importanti per la città in termini di tradizione e attrattività (San Geminiano e il Festivalfilosofia), si sono registrati dal 20 aprile al 1 maggio, periodo caratterizzato da festività e “ponti” in cui Modenatur e Comune con Visitmodena hanno organizzato strategie specifiche di promozione.

Da ricordare infine, fra i progetti sperimentali del 2019, le aperture straordinarie del lunedì nei mesi di giugno e luglio della Ghirlandina (normalmente aperta tutto l’anno da martedì a domenica). I dati dimostrano che sono state apprezzate dai turisti: in tutti i lunedì di giugno ci sono stati più visitatori rispetto alla media infrasettimanale della stessa settimana. A luglio il dato è meno eclatante, ma la media infrasettimanale di luglio aumenta grazie anche agli aperitivi in torre del venerdì sera, sempre esauriti.

Nel 2019 risultano positivi e in crescita anche i numeri dello Iat, Servizio di accoglienza e informazioni turistiche sotto i portici di piazza Grande: il dato al 30 novembre registra 46 mila persone che hanno chiesto informazioni e/o servizi (+ 10% rispetto all’anno precedente, con una incidenza di stranieri in crescita del 26%).

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function accesspress_parallax_paging_nav() in /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-content/themes/archeosistemi/archive.php:93 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include() #1 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #2 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #3 {main} thrown in /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-content/themes/archeosistemi/archive.php on line 93