Pronta la Carta del Potenziale Archeologico della Provincia di Monza e Brianza

Pronta la Carta del Potenziale Archeologico della Provincia di Monza e Brianza

Grazie alla collaborazione con BrianzaAcque, abbiamo presentato l’innovativo strumento di conoscenza predittiva utile per conciliare le esigenze operative di chi deve programmare interventi di infrastrutturazione nel sottosuolo con la tutela dei beni  del “passato”.
Digitale e interattiva, serve ad indicare preventivamente se, in una determinata area, c’è la possibilità che esistano depositi di interesse archeologico, risultando in particolare di utilità a quegli enti che progettano opere con scavi.

Da sottolineare come il documento è tra i primi in Italia ad essere realizzato su un’area così vasta ed frutto di una convenzione unica nel suo genere, siglata nel 2019 tra BrianzAcque, gestore unico del Servizio Unico Integrato di Monza e Brianza con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese.

La Carta del Potenziale Archeologico è stata presentata nella mattinata di mercoledì 11 gennaio nella sede della Provincia di Monza e Brianza ai Sindaci,  alla stampa e ai  rappresentanti degli uffici tecnici provinciali,  comunali e  dei professionisti che operano nel comparto dell’archeologia.

La Carta del Potenziale Archeologico è stata presentata in  mattinata nella sede della Provincia di Monza e Brianza ai Sindaci,  alla stampa e ai  rappresentanti degli uffici tecnici provinciali,  comunali e  dei professionisti che operano nel comparto dell’archeologia.