LA BUONA GOVERNANCE COOPERATIVA

LA BUONA GOVERNANCE COOPERATIVA

Non si finisce mai di imparare, ma soprattutto si è sempre pronti a migliorare!
Proprio per questo il CDA (Consiglio di Amministrazione) di Archeosistemi ha iniziato l’anno con un interessante corso di formazione, in collaborazione con Demetra Formazione e Legacoop Emilia Romagna, per affinare i propri strumenti di lavoro e la conoscenza e consapevolezza dei propri membri.

I temi affrontati vertono su

  • struttura e governo dell’impresa cooperativa
  • il consiglio di amministrazione ed il consigliere, la responsabilità del consigliere
  • la lettura del bilancio
  • gli aspetti economici e finanziari
  • la produttività del lavoro in cda

 

ESSERE COOPERATIVA
Ciò che identifica e distingue la cooperativa è il fatto che essa risponde ad una funzione sociale, soddisfa bisogni individuali e collettivi attraverso il perseguimento del proprio scopo mutualistico.
Non si può ragionare in materia di governance cooperativa se non la collega ai principi, ai valori e alla funzione che, storicamente e nell’evoluzione dei tempi, hanno caratterizzato e rendono ancora oggi peculiare l’identità delle cooperative.

Corsi di lingua

Corsi di lingua

Iniziamo il 2019 con una grande novità!!

Insieme al Comune di Maranello, in collaborazione con l’Istituto superiore Ferrari ed Arci Modena, organizziamo corsi di lingue per adulti e corsi di inglese per bambini.

Siete tutti invitati alle serate di presentazione per ogni tipo di info:

  • martedì 22 gennaio alle ore 20 per la lingua inglese ed ore 20,30 per tedesco, francese, spagnolo, cinese e giapponese presso I.I.S Ferrari di Maranello, Via Ferrari 2.
  • mercoledì 23 gennaio dalle 16.30 alle 17.30 per i bambini della scuola d’infanzia presso Mabic Maranello Biblioteca Cultura
  • mercoledì 23 gennaio dalle 17.45 alle 18.45 per i bambini della scuola primaria presso Mabic Maranello Biblioteca Cultura

Sulle cartoline trovate tutte le info!

BAMBINI cartolina_arcicorsi lingue_2019 _RETRO

ADULTI cartolina_corsi lingue_2019 _RETRO adulti-1

FARE RETE

FARE RETE

Che cosa sono le Reti d’impresa?
Le reti rappresentano uno strumento giuridico – economico di cooperazione fra imprese che, attraverso la sottoscrizione di un contratto, detto appunto “Contratto di rete” si impegnano reciprocamente, in attuazione di un programma comune, a collaborare in forme ed ambiti attinenti le proprie attività, scambiando informazioni e/o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica e/o realizzando in comune determinate attività attinenti l’oggetto di ciascuna impresa.
Lo scopo della rete si identifica nell’obiettivo di accrescere, individualmente e collettivamente, la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle imprese partecipanti, quale ragione d’essere dell’aggregazione, nelle forme e nelle modalità
definite dalle imprese stesse all’interno del contratto.
Le reti di imprese sono disciplinate nel nostro ordinamento, in particolare, dalla Legge n. 33 del 9 aprile 2009 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, recante misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi”, come modificata dal D.L. n. 78 del 31 maggio 2010, convertito in Legge n. 122 del 30 luglio 2010.
L’introduzione del Contratto di rete – quale forma di aggregazione per ottimizzare le risorse e quale strumento di realizzazione di obiettivi strategici – nasce dall’esigenza di stare al passo con un mercato globalizzato e, in conseguenza, di competere su qualità ed innovazione, utilizzando (o facendo leva sul) l’introduzione delle tecnologie orizzontali e la condivisione di conoscenze e risorse.
Invero, detto strumento giuridico – economico si presta ad essere un valido “veicolo” sia per le PMI che, attraverso la cooperazione ed integrazione di ricchezza, considerando i costi ridotti e la flessibilità contrattuale, hanno la possibilità di
raggiungere obiettivi di sviluppo superiori a quelli che riuscirebbero a perseguire agendo uti singuli, che dalle grandi imprese, poiché l’aggregazione consente a imprese specializzate in campi diversi di avvalersi della sinergia della rete, per
rafforzare il proprio business o per svilupparne uno nuovo, nonché per gestire e superare momenti di crisi, servendosi dell’esperienza dalle altre imprese partecipanti, operando eventualmente anche in contesti internazionali.
In sintesi, il Contratto di rete rappresenta uno strumento privilegiato per le imprese poiché avranno l’opportunità di realizzare obiettivi ambiziosi, attraverso la collaborazione in rete con le altre imprese, senza rinunciare alla propria autonomia
giuridica.

Qual è l’obiettivo del Contratto di rete?
Lo scopo del Contratto è quello di accrescere la capacità innovativa e la competitività sul mercato sia delle singole imprese della rete che della rete nel suo complesso, così come testualmente stabilisce la Legge n. 33/2009 (e smi) e a tale fine i contraenti si obbligano, sulla base di un programma comune e predefinito, a:
• collaborare in forme ed ambiti attinenti le attività delle imprese (es. creazione di un marchio comune, definizione di una politica dei prezzi, creazione di gruppi di acquisto, ecc.);
• scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica (es. condivisione degli esiti della ricerca, scambio di informazioni commerciali, scambio di prodotti tra segmenti della filiera,
ecc.);
• esercitare in comune una o più attività rientranti nell’oggetto della propria impresa (es. attività ricerca e sviluppo, gestione di laboratori di analisi, condivisione di piattaforme logistiche, ecc.).
Mentre nel caso delle prime due modalità di collaborazione, si parla di reti “di coordinamento”, in cui l’incremento della competitività si realizza attraverso forme limitate di collaborazione tra i soggetti aderenti alla rete, nel terzo caso la rete può
essere definita “associativa”, e costituisce lo schema organizzativo con maggiori potenzialità operative. “

[RETI DI IMPRESE www.vt.camcom.it/Pb/Filez/1339575761K948820.pdf]

 

Nel 2017 AR/S Archeosistemi Soc. Coop. e Camelot Società Cooperativa Sociale hanno attivato una rete di impresa- RETE CULTURA. Durante tutto il 2018, anno molto importante per il settore Servizi culturali di Archeosistemi, abbiamo potuto vedere all’opera questo nuovo strumento e raccoglierne i frutti.

Ad oggi infatti, sono già molte le commesse vinte grazie alla reciproca collaborazione:

  • BIBLIOTECA PANIZZI
  • I TEATRI di Reggio Emilia
  • MULTIPLO Cavriago
  • Prestito interbibliotecario per la PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
  • BIBLIOTECA DI SCANDIANO
  • BIBLIOTECA DI QUATTROCASTELLA
  • BIBLIOTECA DI REGGIOLO
  • Servizi bibliotecari per il CONSORZIO BIBLIOTECHE DI PADOVA
  • INFOTURISMO E MUSEO IL CORREGGIO

 

Lo scorso 13 dicembre abbiamo concluso una prima parte di un ampio percorso formativo (svolto in collaborazione con Demetra Formazione e Karriere) che ci permetterà di affinare le potenzialità del sistema Rete.
E’ stato un percorso di conferme e scoperte e soprattutto di riflessione e valorizzazione delle risorse umane di entrambe le cooperative.
Noi offriamo servizi, siamo persone che lavorano con le persone, è quindi emerso con evidenza il lato sociale che ci caratterizza e ci rende speciali.

Speriamo che questo progetto continui a crescere e siamo contenti di concludere l’anno con una maggiore consapevolezza di noi, circondati da amici con cui condividere una percorso comune.

UN’ESTATE … RICCA

UN’ESTATE … RICCA

Non ci si ferma davvero mai!
La settimana prossima, per ferragosto, prendiamo un attimo fiato ma prima del break facciamo con gioia un bilancio delle ultime settimana in cui abbiamo fortunatamente concluso alcune gare con esito super positivo.

 

Scatta a brevissimo la presa servizio presso la BIBLIOTECA  DI MARANELLO

Dal 1 settembre prenderemo inoltre servizio presso la BIBLIOTECA  DI REGGIOLO, insieme agli amici di Camelot Cooperativa Sociale.

Sempre insieme a loro, dal 1 novembre, inizierà anche l’avventura con i servizi del SISTEMA PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA.

 

     

 

 

ARCHEOLOGI IN AZIONE

ARCHEOLOGI IN AZIONE

Nell’ultimo periodo abbiamo avuto l’occasione di lavorare a due bellissimi progetti che ci hanno dato tante soddisfazioni realizzando splendidi recuperi.

 

 

LUZZARA (Reggio Emilia) – Nell’ambito dei lavori di ammodernamento e miglioramento della rete irrigua in zona Casoni di Luzzara, eseguiti dal Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga, sono state rinvenute strutture murarie di epoca antica, poste ad una profondità dai 2 ai 3 metri dal piano campagna.
La campagna archeologica di scavi, diretta da Annalisa Capurso della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna, con una prima consulenza del dott. James Tirabassi, ha potuto appurare che la frequentazione umana del sito risale a 3 diverse fasi di occupazione comprese nel periodo che vanno dal I sec. a.C. al IV sec. d. C.
Un team di archeologi della cooperativa Archeosistemi, coordinati da Anna Losi, dopo l’esame del sito, ha scavato, prelevato ed inventariato i reperti rinvenuti nell’area, ritenuta essere il cortile di una abitazione; il pozzo è stato datato tra il I e II sec. d.C.: al suo interno è stato ritrovato materiale di risulta costituito da frammenti laterizi, frammenti di anfore, ceramica depurata e un frammento di coppa in terra sigillata. Il pezzo di maggior pregio restituito dalla campagna di scavi è senz’altro la chiave di bronzo, oltre ad un pezzo di una lastra di marmo, apparentemente rosa di Verona, a bordi sagomati con scialbature.

 

 

BETTOLA (Piacenza). Grazie al prezioso impegno dei nostri operai abbiamo scavato e completamente restaurato una magnifica fornace estremamente completa.

GRADITISSIME CONFERME!

GRADITISSIME CONFERME!

E’ sempre un immenso piacere riuscire a proseguire un sodalizio vincente, figuriamoci se sono due!!
Ebbene sì, il settore servizi si aggiudica altre due gare in continuità per i servizi presso la Biblioteca di Montecchio Emilia e di Canossa.

Nello specifico ecco di cosa si tratta:

Gestione del front office dei servizi bibliotecari del comune di Montecchio Emilia per il periodo dal 25/06/2018 al 25/06/2020

 

Affidamento dei servizi bibliotecari culturali e turistici del Comune di Canossa.
Per il periodo dal 1 luglio 2018 al 30 giugno 2020.

ARCHEOSISTEMI TORNA A PAVULLO N/F

ARCHEOSISTEMI TORNA A PAVULLO N/F

E’ un periodo molto intenso per il settore Servizi, tutti impegnati in una gara d’appalto dietro l’altra e finalmente arriva qualche buona notizia che si concretizza.
Ci siamo aggiudicati la commessa di Pavullo nel Frignagno che comprende i servizi di gestione del Catello di Montecuccolo e dell’ufficio informazioni turistiche all’interno del Palazzo Ducale.
La presa servizio ufficiale è stata Sabato 16 giugno e il contratto avrà durata di un anno.

Con il Comune di Pavullo vantiamo una lunga conoscenza, i servizi oggetto di questa gara sono stati infatti di nostra competenza per diversi anni fino al 2015.
Questo ritorno ci fa molto piacere, si tratta infatti di un luogo stupendo a cui tutti siamo molto affezionati.

In bocca al lupo a tutti gli operatori coinvolti in questa “quasi” nuova avventura e speriamo in un sodalizio duraturo.

 

 

Servizi bibliografici e biblioteconomici in rete bibliotecaria

Servizi bibliografici e biblioteconomici in rete bibliotecaria

Grande novità!!!

Da aprile la Rete AR/S Archeosistemi – Camelot Cooperativa Sociale subentra ufficialmente nella gestione dei servizi bibliografici e biblioteconomici in rete bibliotecaria presso l’area di Abano Terme (PD), aggiudicandosi così un’importante commessa per i prossimi tre anni.

Quasi venti biblioteche ed un organico di più di venti nuovi dipendenti: un bell’impegno ed una sfida entusiasmante!!!

CODICE ETICO – MODELLO 231

CODICE ETICO – MODELLO 231

Il Modello 231 è un modello di Organizzazione e Gestione finalizzato alla prevenzione dei reati – di cui al Decreto Legislativo 231/01 – da parte dei Dipendenti e dei Collaboratori in genere.

Dal 1 marzo 2018 si attiva un importantissimo nuovo strumento per l’azienda: IL CODICE ETICO CON IL MODELLO 231.

Con l’adozione del Codice Etico si è definito un nucleo essenziale di valori e principi, già insiti nell’agire aziendale, come norme fondamentali di azione dell’attività quotidiana. Il Codice Etico di Archeosistemi è un documento ufficiale, approvato dal Consiglio di Amministrazione, il quale esprime gli impegni e le responsabilità etiche, perseguite ed attuate nello svolgimento di tutte le attività finalizzate al raggiungimento degli obiettivi aziendali, nel rispetto di tutti i portatori di interesse, da parte degli amministratori, dei dipendenti, collaboratori e fornitori dell’azienda. Il presente Codice ha lo scopo di indirizzare eticamente l’agire della società e le sue disposizioni sono conseguentemente vincolanti per i comportamenti di tutti gli amministratori dell’azienda, dei suoi dirigenti, dipendenti, consulenti e di chiunque instauri, a qualsiasi titolo, un rapporto di collaborazione.

Il Codice intende, in particolare, indirizzare la condotta dell’azienda alla cooperazione ed alla fiducia nei confronti degli stakeholders, cioè di quelle categorie di individui, gruppi ed istituzioni il cui apporto risulti necessario per la realizzazione della missione aziendale e/o i cui interessi siano influenzati direttamente o indirettamente dall’attività dell’Azienda.

Per saperne di più puoi scaricare il documento Modello 231 Codice Etico


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function accesspress_parallax_paging_nav() in /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-content/themes/archeosistemi/archive.php:93 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-includes/template-loader.php(74): include() #1 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #2 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #3 {main} thrown in /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-content/themes/archeosistemi/archive.php on line 93