Leggere – Steve McCurry

Leggere – Steve McCurry

A breve inaugurerà presso le Gallerie Estensi si Modena la mostra “Leggere – Steve McCurry”, organizzata da Civita Mostre e Musei, curata da Biba Giacchetti, con i contributi letterari dello scrittore Roberto Cotroneo.

In questa occasione ci siamo dapprima occupati della realizzazione dell’allestimento della mostra, e poi seguiremo i servizi di vigilanza per tutta la durata dell’evento.
Ecco un esempio di servizio integrato e global service della cultura, una gamma di servizi completa è ciò che offriamo ai nostri clienti.

 

Qui tutti i dettagli dell’esposizione

La cooperativa cresce

La cooperativa cresce

Con decorrenza dal 17 aprile 2019 l’area Restauro e l’area Allestimenti Museali di Tecton soc. coop., sono state conferite in AR/S Archeosistemi Società Cooperativa.

L’area Restauro e l’area Allestimenti Museali continueranno dunque la loro attività con lo staff storico, nell’ambito di un nuovo progetto che ha il proposito di arricchire la gamma di proposte tecniche e commerciali, offrendo un servizio di massimo spessore professionale a livello globale nel settore dei Beni Culturali.

Scarica qui la brochure Brochure Sfogliabile

Archeosistemi dà quindi il benvenuto ai nuovi colleghi e soci, forti insieme continueremo a svolgere un lavoro caratterizzato da un’alta qualità ed una forte competitività nel mercato.

Nell’anno del nostro 33° anniversario ci rinnoviamo e rilanciamo facendo nostre le parole della scrittrice e poetessa brasiliana Martha Medeiros

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno
gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente
chi evita una passione,
chi preferisce il nero sul bianco
e i puntini sulle “i” piuttosto che
un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso ,
quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro
chi non rischia la certezza per l’incertezza
per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli
sensati.

Lentamente muore
chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente
chi distrugge l’amor proprio
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna
o della pioggia incessante.

Lentamente muore
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento
di una splendida felicità
ANGELO FORTUNATO FORMIGGINI

ANGELO FORTUNATO FORMIGGINI

Angelo Fortunato Formiggini

Ridere, leggere e scrivere nell’Italia del primo Novecento.

Si è appena conclusa la mostra, curata da Matteo Al Kalak, presso la Galleria Estense di Modena, la quale invita a una riflessione sui valori della convivenza, della democrazia e sul significato della cultura all’interno della formazione di una coscienza collettiva, ripercorrendo la storia del primo Novecento italiano, attraverso la vita di Angelo Fortunato Formiggini, ebreo modenese, uomo di straordinaria cultura, lucido intellettuale e grande editore.

Alcune immagini dell’allestimento che abbiamo realizzato e che in questi giorni stiamo disallestendo per far posto al prossimo evento.

 

Formiggini

IMG 20190701 WA0014
IMG 20190701 WA0013
IMG 20190701 WA0012
IMG 20190701 WA0015
IMG 20190701 WA0010
IMG 20190701 WA0009
IMG 20190701 WA0008
IMG 20190701 WA0004
IMG 20190701 WA0006
IMG 20190701 WA0005
IMG 20190701 WA0003
IMG 20190701 WA0001
IMG 20190701 WA0000
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...
COMPLESSO MONUMENTALE PILOTTA

COMPLESSO MONUMENTALE PILOTTA

COMPLESSO MONUMENTALE PILOTTA



La Pilotta, imponente palazzo simbolo del potere ducale dei Farnese, centro storico e civile della città di Parma, è oggi un Complesso Monumentale unico.
Il TEATRO FARNESE, la GALLERIA NAZIONALE DI PARMA, il MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE e la BIBLIOTECA PALATINA, uniti da una storia antica, con collezioni ricche di piccoli e grandi tesori,  e poi separati nel tempo, ritrovano oggi la loro unità, dando vita ad un centro culturale e scientifico che si apre ad un nuovo dialogo coi cittadini.
Il Palazzo della Pilotta è un monumentale complesso costituito da più corpi di fabbrica alla cui costruzione lavorarono in tempi diversi numerosi architetti. Originariamente concepito come contenitore dei servizi della corte dei Farnese, atto ad integrare il sistema delle residenze ducali, collegando il Palazzo di rappresentanza (attuale Palazzo del Giardino), posto al di là del torrente e il più modesto edificio che ospitava la sede della corte farnesiana, situato sulla sponda opposta in prossimità del centro storico, ora non più esistente, si è ampliato tra Cinquecento e Seicento fino ad assumere le imponenti dimensioni che ancora oggi ne caratterizzano la gigantesca mole, quasi fuori misura rispetto alle ridotte dimensioni della città antica.
Il suo nome deriva dal gioco nobiliare della “pelota”che si praticava nei suoi cortili in particolari occasioni di rappresentanza.



Aperture e orari

DA MARTEDÌ A SABATO DALLE 8:30 ALLE 19:00

 

DOMENICA E FESTIVI 13:00-19:00

 

LUNEDÌ CHIUSO

L’ARTE DEL GOL

L’ARTE DEL GOL

Pittura scultura fotografia e il gioco più bello del mondo

 

Martedì 18 giugno ha inaugurato la mostra “L’arte del Gol” presso i Chiostri di San Domenica a Reggio Emilia a cura di Palazzo Magnani.

Una settimana intensa di lavoro per completare l’allestimento, ma abbiamo portato a termine anche questo splendido lavoro.

C’è tempo fino all’8 settembre per visitare la mostra e scoprirne gli approfondimenti, poi torneremo a smontare 🙂

 

Mostra a cura di Luca Beatrice
Mostra promossa dalla Regione Emilia Romagna
in collaborazione con Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani

Reggio Emilia, Chiostri di San Domenico
19 giugno – 8 settembre 2019

In occasione del Campionato europeo di calcio Under-21, che si svolgerà in Italia e a San Marino dal 16 al 30 giugno 2019, la Regione Emilia Romagna promuove una serie di iniziative sportive e culturali che animeranno tutto il territorio nel periodo di svolgimento delle partite, ma non solo. Il campionato toccherà le città di Bologna, Cesena, Reggio Emilia, oltre che Trieste, Udine e Serravalle di San Marino.

A Reggio Emilia sarà realizzata una mostra inedita dal titolo L’ARTE DEL GOL. Pittura, scultura, fotografia e il gioco più bello del mondo promossa dalla Regione Emilia Romagna, in collaborazione con Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani, che punta ad evidenziare le connessioni tra mondo creativo e sportivo a partire dalla fine del XIX secolo alla contemporaneità.

 

La biglietteria chiude un’ora prima dell’orario di chiusura della mostra

Mercoledì 19 giugno  ore 15 – 23  (partita Polonia-Belgio a Reggio Emilia)
Sabato 22 giugno ore 10 – 19  (partita Spagna-Belgio a Reggio Emilia)
Domenica 23 giugno ore 10 – 19
Giovedì 27 giugno  ore 15 – 23   (semifinale a Reggio Emilia)
Sabato 29 giugno ore 10 – 19
Domenica 30 giugno ore 10 – 19

DAL 6 LUGLIO ALL’8 SETTEMBRE

Sabato e domenica ore 16 – 23

MERCOLEDÌ ROSA

26 giugno e 3, 10, 17, 24, 31 luglio ore 18 – 23

BIGLIETTI

INTERO € 5

RIDOTTO € 3

Studenti dai 7 ai 21 anni, over 65, possessori biglietto delle partite Campionato europeo di Calcio under 21, partecipanti Free Walking Tour, membership card enti convenzionati

OMAGGIO

Bambini fino a 6 anni, accompagnatori di persone con disabilità, giornalisti accreditati

 

PARTITE A REGGIO EMILIA

Prima giornata: domenica 16 giugno ore 18.30
Gruppo A: Polonia – Belgio

Seconda giornata: mercoledì 19 giugno ore 18.30
Gruppo A: Spagna – Belgio

Terza giornata: sabato 22 giugno ore 21.00
Gruppo A: Belgio – Italia

Semifinali: giovedì 27 giugno ore 21.00
2 Vincente Gruppo B – Seconda Gruppo A o Vincente Gruppo C

LA BUONA GOVERNANCE COOPERATIVA

LA BUONA GOVERNANCE COOPERATIVA

Non si finisce mai di imparare, ma soprattutto si è sempre pronti a migliorare!
Proprio per questo il CDA (Consiglio di Amministrazione) di Archeosistemi ha iniziato l’anno con un interessante corso di formazione, in collaborazione con Demetra Formazione e Legacoop Emilia Romagna, per affinare i propri strumenti di lavoro e la conoscenza e consapevolezza dei propri membri.

I temi affrontati vertono su

  • struttura e governo dell’impresa cooperativa
  • il consiglio di amministrazione ed il consigliere, la responsabilità del consigliere
  • la lettura del bilancio
  • gli aspetti economici e finanziari
  • la produttività del lavoro in cda

 

ESSERE COOPERATIVA
Ciò che identifica e distingue la cooperativa è il fatto che essa risponde ad una funzione sociale, soddisfa bisogni individuali e collettivi attraverso il perseguimento del proprio scopo mutualistico.
Non si può ragionare in materia di governance cooperativa se non la collega ai principi, ai valori e alla funzione che, storicamente e nell’evoluzione dei tempi, hanno caratterizzato e rendono ancora oggi peculiare l’identità delle cooperative.

Corsi di lingua

Corsi di lingua

Iniziamo il 2019 con una grande novità!!

Insieme al Comune di Maranello, in collaborazione con l’Istituto superiore Ferrari ed Arci Modena, organizziamo corsi di lingue per adulti e corsi di inglese per bambini.

Siete tutti invitati alle serate di presentazione per ogni tipo di info:

  • martedì 22 gennaio alle ore 20 per la lingua inglese ed ore 20,30 per tedesco, francese, spagnolo, cinese e giapponese presso I.I.S Ferrari di Maranello, Via Ferrari 2.
  • mercoledì 23 gennaio dalle 16.30 alle 17.30 per i bambini della scuola d’infanzia presso Mabic Maranello Biblioteca Cultura
  • mercoledì 23 gennaio dalle 17.45 alle 18.45 per i bambini della scuola primaria presso Mabic Maranello Biblioteca Cultura

Sulle cartoline trovate tutte le info!

BAMBINI cartolina_arcicorsi lingue_2019 _RETRO

ADULTI cartolina_corsi lingue_2019 _RETRO adulti-1

FARE RETE

FARE RETE

Che cosa sono le Reti d’impresa?
Le reti rappresentano uno strumento giuridico – economico di cooperazione fra imprese che, attraverso la sottoscrizione di un contratto, detto appunto “Contratto di rete” si impegnano reciprocamente, in attuazione di un programma comune, a collaborare in forme ed ambiti attinenti le proprie attività, scambiando informazioni e/o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica e/o realizzando in comune determinate attività attinenti l’oggetto di ciascuna impresa.
Lo scopo della rete si identifica nell’obiettivo di accrescere, individualmente e collettivamente, la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle imprese partecipanti, quale ragione d’essere dell’aggregazione, nelle forme e nelle modalità
definite dalle imprese stesse all’interno del contratto.
Le reti di imprese sono disciplinate nel nostro ordinamento, in particolare, dalla Legge n. 33 del 9 aprile 2009 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, recante misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi”, come modificata dal D.L. n. 78 del 31 maggio 2010, convertito in Legge n. 122 del 30 luglio 2010.
L’introduzione del Contratto di rete – quale forma di aggregazione per ottimizzare le risorse e quale strumento di realizzazione di obiettivi strategici – nasce dall’esigenza di stare al passo con un mercato globalizzato e, in conseguenza, di competere su qualità ed innovazione, utilizzando (o facendo leva sul) l’introduzione delle tecnologie orizzontali e la condivisione di conoscenze e risorse.
Invero, detto strumento giuridico – economico si presta ad essere un valido “veicolo” sia per le PMI che, attraverso la cooperazione ed integrazione di ricchezza, considerando i costi ridotti e la flessibilità contrattuale, hanno la possibilità di
raggiungere obiettivi di sviluppo superiori a quelli che riuscirebbero a perseguire agendo uti singuli, che dalle grandi imprese, poiché l’aggregazione consente a imprese specializzate in campi diversi di avvalersi della sinergia della rete, per
rafforzare il proprio business o per svilupparne uno nuovo, nonché per gestire e superare momenti di crisi, servendosi dell’esperienza dalle altre imprese partecipanti, operando eventualmente anche in contesti internazionali.
In sintesi, il Contratto di rete rappresenta uno strumento privilegiato per le imprese poiché avranno l’opportunità di realizzare obiettivi ambiziosi, attraverso la collaborazione in rete con le altre imprese, senza rinunciare alla propria autonomia
giuridica.

Qual è l’obiettivo del Contratto di rete?
Lo scopo del Contratto è quello di accrescere la capacità innovativa e la competitività sul mercato sia delle singole imprese della rete che della rete nel suo complesso, così come testualmente stabilisce la Legge n. 33/2009 (e smi) e a tale fine i contraenti si obbligano, sulla base di un programma comune e predefinito, a:
• collaborare in forme ed ambiti attinenti le attività delle imprese (es. creazione di un marchio comune, definizione di una politica dei prezzi, creazione di gruppi di acquisto, ecc.);
• scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica (es. condivisione degli esiti della ricerca, scambio di informazioni commerciali, scambio di prodotti tra segmenti della filiera,
ecc.);
• esercitare in comune una o più attività rientranti nell’oggetto della propria impresa (es. attività ricerca e sviluppo, gestione di laboratori di analisi, condivisione di piattaforme logistiche, ecc.).
Mentre nel caso delle prime due modalità di collaborazione, si parla di reti “di coordinamento”, in cui l’incremento della competitività si realizza attraverso forme limitate di collaborazione tra i soggetti aderenti alla rete, nel terzo caso la rete può
essere definita “associativa”, e costituisce lo schema organizzativo con maggiori potenzialità operative. “

[RETI DI IMPRESE www.vt.camcom.it/Pb/Filez/1339575761K948820.pdf]

 

Nel 2017 AR/S Archeosistemi Soc. Coop. e Camelot Società Cooperativa Sociale hanno attivato una rete di impresa- RETE CULTURA. Durante tutto il 2018, anno molto importante per il settore Servizi culturali di Archeosistemi, abbiamo potuto vedere all’opera questo nuovo strumento e raccoglierne i frutti.

Ad oggi infatti, sono già molte le commesse vinte grazie alla reciproca collaborazione:

  • BIBLIOTECA PANIZZI
  • I TEATRI di Reggio Emilia
  • MULTIPLO Cavriago
  • Prestito interbibliotecario per la PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
  • BIBLIOTECA DI SCANDIANO
  • BIBLIOTECA DI QUATTROCASTELLA
  • BIBLIOTECA DI REGGIOLO
  • Servizi bibliotecari per il CONSORZIO BIBLIOTECHE DI PADOVA
  • INFOTURISMO E MUSEO IL CORREGGIO

 

Lo scorso 13 dicembre abbiamo concluso una prima parte di un ampio percorso formativo (svolto in collaborazione con Demetra Formazione e Karriere) che ci permetterà di affinare le potenzialità del sistema Rete.
E’ stato un percorso di conferme e scoperte e soprattutto di riflessione e valorizzazione delle risorse umane di entrambe le cooperative.
Noi offriamo servizi, siamo persone che lavorano con le persone, è quindi emerso con evidenza il lato sociale che ci caratterizza e ci rende speciali.

Speriamo che questo progetto continui a crescere e siamo contenti di concludere l’anno con una maggiore consapevolezza di noi, circondati da amici con cui condividere una percorso comune.

UN’ESTATE … RICCA

UN’ESTATE … RICCA

Non ci si ferma davvero mai!
La settimana prossima, per ferragosto, prendiamo un attimo fiato ma prima del break facciamo con gioia un bilancio delle ultime settimana in cui abbiamo fortunatamente concluso alcune gare con esito super positivo.

 

Scatta a brevissimo la presa servizio presso la BIBLIOTECA  DI MARANELLO

Dal 1 settembre prenderemo inoltre servizio presso la BIBLIOTECA  DI REGGIOLO, insieme agli amici di Camelot Cooperativa Sociale.

Sempre insieme a loro, dal 1 novembre, inizierà anche l’avventura con i servizi del SISTEMA PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA.

 

     

 

 


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function accesspress_parallax_paging_nav() in /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-content/themes/archeosistemi/archive.php:93 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-includes/template-loader.php(78): include() #1 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #2 /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #3 {main} thrown in /web/htdocs/www.archeosistemi.it/home/wp-content/themes/archeosistemi/archive.php on line 93