MUSEO AL DEPORTATO

Museo al Deportato

Committente: Fondazione Fossoli


chevron-right chevron-left

Inaugurato nel 1973, il Museo Monumento al Deportato è una struttura unica nel suo genere, frutto dell’impegno civile di artisti che furono anche testimoni degli avvenimenti che rappresentavano. In tale modo si intendeva tradurre il ricordo, ancora vivo nelle superstiti strutture del vicino Campo di Fossoli, in costante monito per il futuro. Il Museo, posto in una vasta area a piano terra del Palazzo dei Pio, in pieno centro storico, si sviluppa in 13 sale. Qui sono conservati suggestivi graffiti di alcuni grandi pittori come Picasso, Longoni, Léger, Cagli e Guttuso che hanno commentato a loro modo l’orrore della Deportazione sulle pareti del Museo.

AR/S Archeosistemi si occupa della fruizione al pubblico del museo dal 2016.

 

dicembre, 2018

Nessun evento da segnalare.



Aperture e orari

Il Museo è aperto sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Chiuso a Natale e a Capodanno. L’ingresso intero è di 3,00 €, ridotto 2,00 € (riservato a gruppi oltre 10 persone, studenti e accompagnatori), ingresso gratuito per cittadini dell’Unione Europea di età inferiore a 18 anni e superiore a 65 anni.

Il Museo Monumento al deportato sarà chiuso dal 25 giugno al 30 agosto 2018 per lavori di ristrutturazione.


Sito Web Fondazione Fossoli